Control Retard -...

Control Retard - Preservativi ritardanti Confezione da 6 preservativi Ritardanti

Control Retard, Profilattici ritardanti per un rapporto più prolungato
Caratteristiche: preservativi in lattice di gomma naturale; liscio, anatomico, a lati non paralleli; trasparente, lubrificato e con serbatoio; larghezza nominale: 54 mm. Lubrificato con sostanza ritardante (benzocaina)
10,00 €

Prezzo Listino


4,91 €

Prezzo Farmaestense
Sconto del 50.9%

Pagamento Visa PayPal Master Card
  • Massima sicurezza per i tuoi pagamenti Massima sicurezza per i tuoi pagamenti
  • Spedizione gratuita sopra 60 euro Spedizione gratuita sopra 60 euro
  • Reso facile e veloce Reso facile e veloce

Indicazioni

Control Retard è un preservativo ritardante in lattice naturale, utile per la prevenzione di malattie veneree e gravidanze indesiderate. Per un rapporto ancora più lungo, grazie all'effetto ritardante della benzocaina.

Caratteristiche

La forma particolare di Control Adapta Retard consente grande adattabilità, rendendo il vostro rapporto molto piacevole. Inoltre, grazie alla sua lubrificazione con una specifica sostanza ritardante (Benzocaina), prolunga il piacere dell'amore.

Control Retard, Profilattici ritardanti per un rapporto più prolungato.
Caratteristiche: preservativi in lattice di gomma naturale della massima qualità; liscio, anatomico, a lati non paralleli; trasparente, lubrificato e con serbatoio; larghezza nominale: 54 mm. Lubrificato con sostanza ritardante (benzocaina)

La sicurezza di Control è garantita da rigorosi controlli di qualità, incluso un controllo elettronico unitario.

I profilattici control sono efficaci come contraccettivi e proteggono dalle malattie a trasmissione sessuale (MTS).

Avvertenze

Conservare in luogo fresco ed asciutto, protetto dalla luce solare diretta. Per la tua protezione è importante leggere le istruzioni d'uso stampate all'interno

Il profilattico Control Retard è monouso. Dermatologicamente testati.

CONSIGLI DA CONTROL.IT

  1. Qual è il momento migliore per indossare il profilattico?
  2. L'ultima volta che ho fatto l'amore mi si è rotto il profilattico; come è possibile che ciò avvenga?
  3. Io e la mia partner siamo un po' ossessionati dalla protezione: come possiamo ottenere maggior protezione?
  4. E' vero che i profilattici si possono lubrificare?
  5. Posso prendere qualche malattia venerea se al termine del rapporto non c'è eiaculazione?
  6. Come faccio ad eliminare la bolla d'aria che si forma sulla punta del profilattico?
  7. Mi hanno detto che il virus dell'AIDS può passare attraverso il profilattico; è vero?
  8. Quali fattori possono portare alla rottura del profilattico?
  9. Come faccio a sapere quale misura di profilattico devo utilizzare?
  10. E' indispensabile che io tenga indosso il profilattico durante tutto il rapporto sessuale?
  11. Quanto dura un profilattico?
  12. C'è un modo particolare per conservare i profilattici? Io di solito li tengo in un cassetto...
  13. La mia partner ed io abbiamo avuto un rapporto anale senza profilattico e temo che sia rimasta incinta.

Qual è il momento migliore per indossare il profilattico?

Il profilattico va indossato prima della penetrazione, quando il pene è in erezione; una fuoriuscita di liquido seminale, contenente spermatozoi, avviene infatti già prima della eiaculazione vera e propria e può portare a gravidanze indesiderate.

L'ultima volta che ho fatto l'amore mi si è rotto il profilattico; come è possibile che ciò avvenga?

Nella assoluta maggioranza dei casi la rottura è dovuta ad errata manipolazione del profilattico (apertura della bustina con unghie o oggetti taglienti, impiego in presenza di piercing o zone pubiche appena rasate etc), errata conservazione (nel portafogli, alla luce diretta del sole etc) oppure impiego non corretto (ad es. senza rimuovere la bolla d'aria che può crearsi sulla punta del profilattico quando lo si indossa, oppure con lubrificanti a base oleosa, che possono danneggiare il lattice). Per evitare sorprese sgradite è quindi meglio, prima di utilizzare il profilattico, conoscerne con esattezza le modalità ottimali di impiego e conservazione, riportate sul foglietto istruzioni.

Io e la mia partner siamo un po' ossessionati dalla protezione: come possiamo ottenere maggior protezione?

L'utilizzo del profilattico normalmente fornisce già un elevato livello di protezione; tuttavia è possibile ricorrere a Control Adapta Forte, il cui spessore maggiorato nulla toglie alla sensibilità durante il rapporto.

E' vero che i profilattici si possono lubrificare?

Certamente, con l'accortezza però di impiegare esclusivamente lubrificanti a base acquosa (es. glicerina).

Posso prendere qualche malattia venerea se al termine del rapporto non c'è eiaculazione?

La trasmissione di malattie veneree non dipende dalla presenza o meno di eiaculazione, bensì dalla penetrazione o anche dal semplice contatto fisico tra le parti genitali. Ecco perché è importante, qualora non vi sia la certezza che il/la partner sia immune da malattie a trasmissione sessuale, ricorrere sempre all'utilizzo del profilattico.

Come faccio ad eliminare la bolla d'aria che si forma sulla punta del profilattico?

E' semplicissimo: basta tenere compresso tra le dita il serbatoio mentre si srotola il profilattico sul pene, per evitare appunto che una bolla d'aria rimasta intrappolata possa, a causa delle frizioni che si verificano durante il rapporto, portare alla rottura del profilattico.

Mi hanno detto che il virus dell'AIDS può passare attraverso il profilattico; è vero?

Assolutamente no: la barriera costituita da un profilattico intatto non può in alcun modo essere oltrepassata né dal virus HIV, né dai microrganismi di altre malattie a trasmissione sessuale (sifilide, gonorrea, infezione da clamidia, herpes genitale, micosi, epatite B).

Quali fattori possono portare alla rottura del profilattico?

La mancata osservazione delle corrette procedure di conservazione ed utilizzo possono certamente aumentare tale rischio: ad es., se non si utilizza un profilattico nuovo per ogni rapporto o contatto sessuale, oppure non lo si srotola completamente fino alla base del pene.

Come faccio a sapere quale misura di profilattico devo utilizzare?

Sul mercato sono normalmente disponibili due misure di profilattici, la prima (larghezza nominale 54mm) destinata alla maggioranza dei consumatori, la seconda (larghezza nominale 57mm) per il consumatore che preferisce (o necessita di) un maggior comfort.

E' indispensabile che io tenga indosso il profilattico durante tutto il rapporto sessuale?

Assolutamente sì: durante l'atto sessuale avviene infatti la stimolazione dell'uretra, che può contenere spermatozoi. Inoltre il profilattico rimane più stabile su un pene asciutto che non su un pene lubrificato dal contatto diretto con i liquidi prodotti dalla vagina.

Quanto dura un profilattico?

La vita di un profilattico è di 5 anni dalla data di produzione.
E' importante, prima dell'atto sessuale, verificare la data di scadenza, riportata sia sul fondo dell'astuccio che sulla singola bustina.

C'è un modo particolare per conservare i profilattici? Io di solito li tengo in un cassetto…

E' importante evitare che vengano a contatto con fonti di calore o con la luce diretta del sole. Possono quindi essere conservati in un cassetto, in una borsa etc ma –preferibilmente- sempre dentro la loro confezione di cartoncino.

La mia partner ed io abbiamo avuto un rapporto anale senza profilattico e temo che sia rimasta incinta.

La fisionomia umana esclude completamente questa possibilità; è comunque preferibile l'utilizzo del profilattico durante qualsiasi tipo di relazione, per evitare sia gravidanze indesiderate, sia malattie a trasmissione sessuale.

ARTSANA SpA
922912288