Ricetta estiva per celiaci: Cous Cous di mais e riso

Che cos’è la celiachia

La Malattia Celiaca (o Celiachia) è una infiammazione cronica dell’intestino tenue, scatenata dall’ingestione di glutine in soggetti geneticamente predisposti. La Celiachia è caratterizzata da un quadro clinico variabilissimo, che va dalla diarrea profusa con marcato dimagrimento, a sintomi extraintestinali.

Le pareti dell’intestino (ossia la mucosa) sono formate da miliardi di villi, piccole strutture sottili e allungate che formano tra di loro delle anse. Questa particolare conformazione permette l’assorbimento delle sostanze nutritive.

Nei celiaci la reazione della mucosa intestinale appiattisce queste anse e causa quindi malassorbimento. Si dice infatti che i villi si “atrofizzano”, ossia la mucosa si appiattisce e non fa più il suo lavoro di assimilazione dei nutrienti (ferro e altri minerali, vitamine, zuccheri, proteine, grassi, etc.).

Diagnosi e incidenza

La celiachia può essere identificata con assoluta sicurezza attraverso la ricerca sierologica di auto-anticorpi specifici e la biopsia della mucosa duodenale in corso di duodenoscopia. In Italia sono più di 200.000 le persone con diagnosi di celiachia, ma in realtà sono molti di più, solo che ancora non lo sanno. Come spiega l’’Associazione Italiana Celiachia infatti sono 400.000 gli italiani celiaci che ancora non sanno di esserlo, infatti solo il 30% dei pazienti risulta diagnostica, mentre si calcola che dovrebbero essere 600.000.

Che cos’è il glutine

Glutine

Il glutine è un complesso alimentare costituito principalmente da proteine. Si tratta di un composto peptidico tipicamente contenuto in alcuni cereali, soprattutto nel grano o frumento e in alcune varietà di cereali quali spelta, farro, triticale, kamut, ma anche nella segale, nell’orzo.

La dieta senza glutine è l’unica terapia disponibile per la celiachia, va eseguita con rigore per tutta la vita.

Che cos’è la Gluten Sensitivity

La Gluten Sensitivity è molto diffusa ed è quella condizione in cui in seguito all’ingestione di glutine siamo in presenza di sintomi in buona parte sovrapponibili a quelli della celiachia e della sidrome da colon irritabile (gonfiore, sonnolenza, diarrea, stipsi, dolori addominali, cefalea, ecc) ma non c’è atrofia dei villi intestinali né risposta autoimmune dell’organismo.

Solo in Italia si stimano almeno 3 milioni di persone affette dalla cosiddetta Gluten Sensitivity per la quale l’unica è “cura è mangiare solo alimenti senza glutine”.

I nostri consigli

Il nostro consiglio, sia in caso di celiachia diagnosticata sia in caso di gluten sensitivity, è quello di avvalersi di un reparto alimentare altamente specializzato e specificatamente dedicato agli alimenti senza glutine. È fondamentale ricercare punti vendita attenti alle novità e in cui trovare una vasta gamma di alimenti senza glutine in grado di soddisfare le diverse esigenze e gusti.

Le nostre scelte vertono sulla ricerca e individuazione di alimenti con caratteristiche organolettiche e nutrizionali che corrispondono ad una sana alimentazione. Spesso infatti assistiamo alla difficoltà di molti pazienti/clienti a reperire prodotti artigianali e bio: il rischio è quindi quello di avvalersi unicamente della grande distribuzione o di punti vendita poco specializzati e poco attenti alle caratteristiche organolettiche dei prodotti. Utilizzare sempre gli stessi alimenti e per di più non scarso valore nutrizionale comporta l’adozione di una alimentazione poco varia e priva di tutti i nutrienti necessari.

Iscriviti alla newsletter, 10% di sconto!

Il nostro consiglio è di scegliere accuratamente i punti vendita in cui effettuare gli acquisti di alimenti senza glutine, di porre attenzione alle linee proposte e alle etichette nutrizionali presenti sui prodotti. Un personale farmacista preparato ed attento alla qualità degli alimenti vi aiuterà ad evitare di consumare prodotti contenenti eccessiva quantità di zuccheri e grassi, consigliandovi solo alimenti sani, non industriali e ricchi di fibre.
In estate abbiamo voglia di piatti veloci, freschi e che non ci appesantiscano.

Con l’aumento delle temperature il corpo perde più liquidi, sali minerali e vitamine. Quindi oltre a bere più acqua è opportuno consumare cibi che apportano liquidi all’ organismo.

Perché non utilizzare le verdure di stagione, come ad esempio i pomodori, ricchi di acqua, vitamina A e vitamina C e licopene, un carotenoide con alto potere antiossidante.

La nostra proposta

Vi proponiamo il Cous Cous di Mais e Riso Bio senza glutine della ditta Primaly che è prodotto con materie prime di origine biologica. Il Cous Cous Primaly è costituito, infatti, da farina di mais bianco per il 65%, farina di mais giallo per il 25% e da farina di riso bianco per il 10%. Tutte le farine che compongono questo alimento sono totalmente provenienti da agricoltura biologica.

Ricetta del mese

Cous Cous di mais e riso con pomodorini basilico olive e feta.

Ingredienti

  • Per 3 persone;
  • 315 ml di acqua;
  • 250 gr di Cous Cous;
  • 15 pomodorini datterini rossi;
  • 15 pomodorini datterini gialli;
  • 30 olive taggiasche;
  • 100 gr di feta a cubetti;
  • Basilico fresco tritato e timo fresco tritato;
  • scorza di limone grattuggiata;
  • sale e pepe;
  • Olio EVO.

Con il Cous Cous di Mas e Riso Bio Primaly vi proponiamo una ricetta facile e veloce da preparare, fresca da consumare durante la stagione estiva e ottima dal punto di vista nutrizionale.

  • Farina di mais bianco* 65%, (*da agricoltura biologica).
  • Farina di mais giallo* 25%, (*da agricoltura biologica).
  • Farina di riso bianco* 10%. (*da agricoltura biologica).

Preparazione

  • Mettere sul fuoco un pentolino con l’acqua e fare bollire con il coperchio.
  • Quando l’acqua bolle salare (a piacimento) e aggiungere un cucchiaio di olio di oliva extravegine.
  • Versare il couscous, mescolare per 30/35 secondi con una forchetta, sempre a fuoco alto.
  • Spegnere, coprire e lasciare riposare per circa 3/4 minuti.
  • Versare sul piatto il contenuto sgranando con una forchetta e condire con pomodorini tagliati i
    piccoli pezzettini, olive taggiasche tagliate a metà e feta a piccoli cubetti.
  • Aggiungere basilico e timo freschi tritati, poi la scorza di limone grattuggiata.
  • Un filo di olio extravergine di oliva, sale e pepe e il piatto è pronto.
  • In 5 minuti il vostro piatto gustoso, fresco e veloce è in tavola!
Hai trovato utile questo post? Votalo!
[Totale: 1 Media: 5]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su